Carocci editore - Esuli: scrittori e scrittrici dall'antichità a oggi

Password dimenticata?

Registrazione

Esuli: scrittori e scrittrici dall'antichità a oggi

Silvia Tatti

Esuli: scrittori e scrittrici dall'antichità a oggi

Edizione: 2021

Collana: Lingue e Letterature Carocci

ISBN: 9788829005437

  • Pagine: 184
  • Prezzo:19,00 18,05
  • Acquista

In breve

L’esilio è presente da sempre nella letteratura e ha originato persistenti paradigmi che ricorrono in molte scritture dall’antichità a oggi. Nel tempo si è costruita una memoria condivisa che ha fornito un linguaggio, avvalorato dalla tradizione e da una storia millenaria, per raccontare, esprimere, dare un senso alla perdita di ogni riferimento. La scrittura dell’esilio non ha solo una funzione memorialistica e testimoniale, ma serve anche come reagente per rielaborare ogni esperienza di esclusione e costruire nuove identità. Pur delineando solo in parte un percorso cronologico, il volume indaga questa complessa trama di riferimenti: ricostruisce il vocabolario di base che crea connessioni fra testi ed epoche, dedica uno spazio specifico alle scrittrici nelle quali l’esilio fa emergere le tensioni di una condizione autoriale spesso fragile, verifica la tenuta di modelli che attraversano con alterne fortune la tradizione e, sempre più, le tradizioni. Le molteplici letture e le diverse domande rivolte ai testi evidenziano il carattere necessario della scrittura d’esilio, all’origine della sua universale fortuna.

Indice

Premessa
Introduzione. La scrittura necessaria
1. Dalla Bibbia ai classici: la costruzione di un linguaggio letterario

L’esilio nell’Antico Testamento: Esodo, Libro di Ezechiele, Salmi, Libro di Isaia
Gli antichi greci: esilio politico e destino tragico. L’Edipo a Colono di Sofocle/L’oratore in esilio: Cicerone tra scrittura privata e retorica politica/L’Eneide: l’epica della patria/Ovidio, la nostalgia della lontananza senza ritorno/Seneca: filosofia, autobiografia e politica nella Consolatio adHelviam matrem/Un canone antico: il De exilio di Plutarco
2. Al centro del paradigma: Dante e l’esilio
Il deposito memoriale/La polifonia della Commedia
3. La cultura dell’esilio in Italia tra Rinascimento e Risorgimento
Il Rinascimento dei fuoriusciti: tradizione letteraria e militanza politica/L’esilio come istituzione nel Risorgimento/Alle origini del paradigma risorgimentale: Foscolo fra Dante e i patrioti/La ricerca di un linguaggio poetico da Giovanni Berchet a Terenzio Mamiani/I mestieri dell’esule/Giuseppe Mazzini e la scuola italiana di Londra
4. Per un vocabolario minimo dell’esilio letterario
Partenza, viaggio, confine/I generi letterari dell’esilio: lettere, diari, memorie, biografie/Lingua e retorica dell’esilio/Ritorno
5. Esilio e scrittura femminile
Autorialità femminile ed esilio/Archetipi al femminile: da La femme auteur di Madame de Genlis a Dix années d’exil di Madame de Staël/Cristina Trivulzio di Belgiojoso e la scrittura narrativa e giornalistica degli anni turchi/Scrittrici esuli in Italia tra Otto e Novecento
6. L’esilio tra il Novecento e l’inizio del terzo millennio
Le nuove frontiere tra Otto e Novecento/Esilio, storia e scrittura tra Italia ed Europa nel XX secolo/Le scritture dell’esilio oggi
Bibliografia
Indice dei nomi