Carocci editore - Il linguaggio amministrativo

Password dimenticata?

Registrazione

Il linguaggio amministrativo

Michele A. Cortelazzo

Il linguaggio amministrativo

Principi e pratiche di modernizzazione

Edizione: 2021

Ristampa: 1^, 2021

Collana: Studi Superiori

ISBN: 9788829005222

  • Pagine: 208
  • Prezzo:19,00 18,05
  • Acquista

In breve

Negli anni Novanta la semplificazione del linguaggio amministrativo è stata molto dibattuta da politici, amministratori, giornalisti, ricercatori. Poi l’interesse per il tema si è affievolito, come se il problema, soprattutto nel suo versante concreto della comprensibilità delle comunicazioni delle istituzioni pubbliche, fosse stato risolto. In realtà non è così. Il volume analizza la questione da diverse prospettive: quella descrittiva, con la definizione delle caratteristiche del linguaggio amministrativo; quella storica, soprattutto per quel che riguarda i tentativi di riforma; quella teorica, con il richiamo alle riflessioni su cosa si debba intendere per semplificazione linguistica; quella sociolinguistica, incentrata sul valore del linguaggio amministrativo come modello di prestigio o come “antilingua”. Una parte considerevole della trattazione è di carattere operativo: il libro commenta esempi sia positivi sia negativi di testi amministrativi reali, ne propone riscritture, fornisce suggerimenti per una scrittura efficace e discute proposte organizzative per raggiungere l’obiettivo della modernizzazione del linguaggio amministrativo italiano.

Indice

Premessa
1. L’italiano amministrativo

L’italiano amministrativo nel repertorio dell’italiano/Morfosintassi/Testualità, pragmatica, stilistica/Lessico/Formazione delle parole/Interpunzione/I tipi di testo amministrativo
2. Una lingua distante da quella dei cittadini
Le ragioni di una distanza/L’italiano amministrativo come modello di prestigio/L’italiano burocratico come «antilingua»
3. I tentativi di riforma: dagli entusiasmi agli insuccessi
Alcune iniziative straniere per la riforma del linguaggio amministrativo/La riforma del linguaggio amministrativo in Italia/Un bilancio modesto/Una vera e propria retromarcia
4. La lingua delle leggi
Alle spalle della scrittura amministrativa: la redazione delle leggi/Testimonianze provenienti dal Parlamento/Un intervento del Consiglio di Stato/La comprensione si trasferisce dai testi normativi alla comunicazione istituzionale
5. I mostri linguistici
Gli esempi negativi/Avviso di Trenitalia/Lettera della Direzione territoriale del lavoro di Cremona/Modello di autodichiarazione redatto dal ministero dell’Interno in occasione dell’epidemia di covid-19/Circolare del ministero dell’Istruzione/Circolare della Provincia di Milano e dell’Ufficio scolastico per la Lombardia/Circolare del direttore generale del ministero dell’Istruzione/Il modello di una lettera di accompagnamento dell’Università di Modena e Reggio Emilia/Il Regolamento di polizia urbana del Comune di Padova/Provvedimenti e comunicazioni di diversi Comuni minori/Comunicazione online dell’inps in occasione di un episodio di violazione dei dati personali/Post nella pagina Facebook del Comune di Monfalcone
6. Le buone pratiche
Gli esempi positivi/Il questionario del Censimento generale della popolazione/Gli avvisi di distacco della corrente (ENEL)/Un nuovo modello per la stesura di provvedimenti (Comune di Pontedera)/Le schede informative dell’Agenzia delle entrate/Le Istruzioni per le operazioni degli uffici elettorali di sezione/Le sintesi del Dipartimento della Protezione civile/Le sintesi dei provvedimenti legislativi dell’Unione Europea/Una legge scritta in lingua facile (Provincia autonoma di Bolzano)/Lo strumento Omnia della Cancelleria federale svizzera/Il repertorio di comunicazioni standard delle università italiane(Gli strumenti per la semplificazione dei bandi regionali della Regione Lombardia/Le attività formative della Provincia autonoma di Trento
7. I principi di una buona scrittura amministrativa
Le ragioni per migliorare la scrittura amministrativa/I principi di una buona scrittura amministrativa/Trenta regole per una buona scrittura amministrativa
8. Semplificazione e impoverimento: dalla parte del destinatario
Il concetto di semplificazione linguistica/Conflitti tra usi consolidati e usi semplificati/Il centro della semplificazione: il destinatario prima della lingua
9. Alcuni esempi
Perché alcuni esempi?/Dieci testi riscritti
10. Valutazioni e verifiche
Necessità di fare verifiche/Comprensibilità del linguaggio amministrativo/Difficoltà di scrittura dei dipendenti pubblici/Leggibilità dei testi amministrativi/Incidenza delle linee guida
11. C’è ancora speranza?
Tante ombre e poche luci/Strumenti per modernizzare il linguaggio amministrativo
Bibliografia