Carocci editore - Dall'utopia alla crisi

Password dimenticata?

Registrazione

Dall'utopia alla crisi

Andrea Rondini

Dall'utopia alla crisi

La narrativa italiana contemporanea e le nuove tecnologie

Edizione: 2020

Collana: Lingue e Letterature Carocci

ISBN: 9788829003204

  • Pagine: 216
  • Prezzo:24,00 22,80
  • Acquista

In breve

Il volume rintraccia e descrive la presenza delle nuove tecnologie nella narrativa italiana dal 2015 al 2020: un argomento affrontato con assiduità in romanzi, racconti, scritture ibride, interventi saggistici e critici. Questo dato però non testimonia solo l’evidente pervasività della rete ma tocca anche un nervo scoperto della letteratura contemporanea, l’essere cioè “sotto attacco”: la tecnologia rappresenta, con le sue molteplici attrattive, un eccezionale avversario per la scrittura letteraria, uno sfidante quasi imbattibile. Entro questa cornice problematica e questo campo di tensioni si possono leggere i temi che emergono dall’analisi dei testi: la polemica verso internet come emanazione del tecnocapitalismo (aspetto radicalizzatosi nel periodo pandemico), la proliferazione di odii e conflitti, la massificazione dei contenuti digitali, fino all’erosione della stessa identità millenaria dell’Homo sapiens. La rete come avventura e promessa di felicità è finita: al suo posto resta un tiranno algoritmico, icona dell’età del disincanto.

Indice

Introduzione
I duellanti. Letteratura e digitale/Schermi erotici/Dispositivi sacri/Odio pervasivo/Tecnocapitalismo e tecnocontrollo/Nostalgia
1. Giocare con il cervello
Il nuovo cervello umano/Walter Siti. La rete come Parco gratuito/Alessandro Baricco. La rete come (splendido) Gioco/Francesco Pecoraro. Il web-mosaico/Guido Ceronetti. Contro la E-Memoria/Roberto Calasso. La rete e la perdita del Sacro/Antonio Moresco. L’epoca del sorriso per smartphone/Giuseppe Montesano. La nuvola di chiacchiera7Wu Ming. La rete trappola/Paolo Giordano. La rete che spia e sorveglia/Michela Murgia. Derive totalitarie/La complessità perduta
2. Il testo ibrido
Se questo è web/Aldo Nove. Apocalissi grottesche/Daniele Rielli. Mondo nuovo e uomo nuovo/Michele Masneri. Alla ricerca di Steve Jobs/Francesco Piccolo. Il nostro web quotidiano/Ermanno Cavazzoni. Fantaweb umoristico/Edoardo Albinati. Autoritratto digitale/Guido Maria Brera, Edoardo Nesi. Fine dell’utopia digitale/Massimo Mantellini. Dalla bassa risoluzione alla sparizione del cielo/Emanuele Trevi. Il cellulare non serve
3. Percorsi del romanzo
Il web come campo di tensioni/Area tecno-impegnata/Area esistenziale/Area fiabesco-postmoderna Conclusioni. Verso il futuro: il quotidiano come morte e rinascita
Bibliografia