Carocci editore - Culture atomiche

Password dimenticata?

Registrazione

Culture atomiche

Laura Ciglioni

Culture atomiche

Gli Stati Uniti, la Francia e l'Italia di fronte alla questione nucleare (1962-68)

Edizione: 2020

Collana: Studi Storici Carocci (333)

ISBN: 9788829000142

  • Pagine: 404
  • Prezzo:39,00 37,05
  • Acquista

In breve

Nel secondo dopoguerra, in un’epoca ribattezzata “età atomica” già all’indomani del lancio della bomba A su Hiroshima e Nagasaki, l’atomo (sia civile che militare) divenne una presenza costante, familiare e insieme minacciosa, per l’opinione pubblica internazionale nel contesto della Guerra Fredda. Il libro ricostruisce le mentalità sedimentate, le rappresentazioni diffuse e i mutevoli atteggiamenti della popolazione di fronte alla questione nucleare nel corso degli anni Sessanta. I tre contesti indagati – gli Stati Uniti, la Francia e l’Italia – consentono di mettere in luce, all’interno della comunità atlantica, differenze e, al tempo stesso, profonde consonanze nelle “culture atomiche” nazionali. Attraverso l’analisi della stampa a larga tiratura e di programmi televisivi, di documenti di archivio e sondaggi di opinione, di opere d’arte e prodotti della cultura di massa, il volume offre un quadro dei profondi mutamenti allora in atto, sulle due sponde dell’Atlantico, non solo in merito alla questione nucleare, ma a una molteplicità di temi che la rivoluzione dell’atomo evocava: le ambivalenze della modernità; la trasformazione della natura e la fine della società rurale in una fase di tumultuosa modernizzazione; il rapporto con la scienza e la tecnologia; infine, i problemi della pace e della guerra.

Indice

Introduzione
Parte prima
Stati Uniti
1. Superiorità nucleare e sublime atomico. Il dibattito in America dal 1945 al 1962

«The grinding decision» e la paura del fallou/Lo shelter craze e l’immaginario postatomico/Awesome sight e peaceful atoms/The Path to Peace – Which Way?
2. La crisi dei missili di Cuba
La fermezza ha vinto/From top to bottom
3. Let’s Make the Test Pact Go for Us! Il dibattito sugli esperimenti atomici e sul disarmo
Un «roseo bagliore all’orizzonte»/«Una sensazione di imminente cambiamento»/Una pax atomica/Un ciclo di apatia e indifferenza verso il nucleare?
4. La crisi della nato, la Forza Multilaterale e la “nuova Europa”
L’avvio del dibattito sulla Forza Multilaterale/La “nuova Europa”/Le difficoltà degli alleati e la crisi del progetto di Forza Multilaterale
5. Hiroshima 1965 e le incertezze della distensione nella seconda metà degli anni Sessanta
Ricordando Hiroshima e Nagasaki/«From Hiroshima to...». Le paure legate al nucleare nell’era della flexible response strategy/Lo spettro della proliferazione/The détente is here to stay
6. Way of Nothingness
Ritorno a Bikini/Una sensibilità postmoderna/Nuove forme di arcadia nucleare
Parte seconda
Francia
7. Una potenza che mantiene il suo rango. Il nucleare in Francia dal 1945 al 1962

Le Grand Débat/«Tra l’inferno e la ragione»: le promesse dell’atomo pacifico e la minaccia della bomba (1945-58)/Il bagliore di Hiroshima e la cultura francese negli anni Cinquanta/La scelta nucleare francese/L’operazione charme e chantage di de Gaulle
8. Di fronte alla crisi di Cuba
I “due K”/Un antiamericanismo quasi strutturale/Dopo Cuba
9. La «Jeanne d’Arc anti atomique»
Atomo e rigenerazione nazionale/Nous avons mieux qu’une «bombinette»/Una religione civile fondata sui progressi tecnologici del paese
10. L’opposizione alla force de frappe
La Marianna antigollista/Amis de la paix, restons ensemble!/e organizzazioni antinucleari e il picco della mobilitazione contro la force de frappe
11. L’opinione pubblica francese tra antiamericanismo, neutralismo e visioni dell’Europa
Il ptbt e la fml: la «self-preoccupied coolness» dei francesi/I limiti e le debolezze dell’opposizione contro la bomba
12. Verso una nuova Yalta?
L’erosione della percezione di una comunità atlantica/Il condominio delle superpotenze/Una chiesa a Nevers/La Francia di de Gaulle e la bomba: una conclusione
Parte terza
Italia
13. La lenta costruzione di una “coscienza atomica” (1945-62)

L’isola della felicità/Tra desiderio di pace e primi mostri atomici/L’ingresso nell’era termonucleare e il culto dell’atomo pacifico/Tra movimento per la pace e no hard choices
14. Noi e Cuba
A less than ringing endorsement/Un’attesa vigile e composta/Una vittoria per la pace?
15. Il centro-sinistra, la minaccia nucleare e il “pacifismo” degli italiani
La guerra per caso non c’è stata/La questione nucleare acquista una nuova centralità/Il dibattito sul Partial Test Ban Treaty e sulla Forza Multilaterale/Un test per la distensione
16. Le incertezze della distensione
La tigre atomica e il rischio di escalation: le paure della distensione
Le “false notizie” dell’era atomica e la memoria di Hiroshima e Nagasaki/Il culto dell’atomo pacifico
17. Visioni della bomba di fine decenni
Tra banalizzazione e nevrosi atomica nel paese del miracolo economico/Verso il Trattato di non Proliferazione/Un paese troppo civilizzato per costruire l’atomica
Conclusioni
Indice dei nomi

Watch Porn Video