Carocci editore - Estetica del disgusto

Password dimenticata?

Registrazione

Estetica del disgusto

Serena Feloj

Estetica del disgusto

Mendelssohn, Kant e i limiti della rappresentazione

Edizione: 2017

Collana: Biblioteca di testi e studi (1125)

ISBN: 9788843086740

In breve

Nella sua libertà, l’arte appare illimitata, eppure sempre più spesso l’estetica è chiamata a stabilire cosa sia legittimo rappresentare e quali siano gli effetti di una tale delimitazione. Nel tentativo di formulare una risposta a questo problema che si pone all’estetica, emerge la convinzione che i limiti dell’arte vadano definiti non in modo normativo stabilendo cosa si debba rappresentare e cosa vada escluso, ma indicandone le condizioni di possibilità. Il volume affronta il problema dei limiti della rappresentazione attraverso la ricostruzione storica di un nodo fondamentale per l’estetica classica: il dibattito settecentesco sul disgusto e il passaggio dall’estetica di Moses Mendelssohn a quella di Immanuel Kant. Viene così mostrato come la delimitazione della rappresentazione artistica si misuri con la definizione stessa dell’uomo e acquisisca un significato anche morale, dal momento che l’estetica, pur mantenendo la propria autonomia, è in grado di indicare alla morale le condizioni della sua applicazione sensibile. Il disgusto può perciò essere pensato non soltanto come ciò che deve essere escluso dalla rappresentazione artistica, ma anche come strumento empirico della morale, secondo la convinzione kantiana che «non si deve soltanto ripugnare il male, ma bisogna anche opporvisi».

Indice

Avvertenza
Introduzione

1. L’umanesimo estetico di Mendelssohn e il dibattito sul disgusto
Una questione di confini: il disgusto e la nascita dell’estetica / Molteplicità e unità / Bellezza e perfezione: la critica a Baumgarten e Meier / La rappresentazione perfetta: Mendelssohn e Sulzer / Sublime, dispiacere e tragedia / Disgusto e compassione: dall’esclusione estetica verso la morale / Disgusto e finalità: una discussione della teodicea tra estetica e morale / Rappresentare e volere: l’umanesimo estetico e i limiti della rappresentazione / Ciò che non si può rappresentare non è ciò che non si deve rappresentare

2. Educare al disgusto: Kant e l’estetica dei costumi
Arte e natura, illusione e perfezione / I limiti della rappresentazione e l’esclusione del disgusto dall’estetica / L’allegoria come soluzione estetica al disgusto / Dell’impossibilità di giudizi estetici negativi / Vitalismo, abitudine e noia: il disgusto nell’antropologia / Perfezionare l’uomo, educare al disgusto / L’uomo intero e la filosofia applicata / Disgusto: un movente morale negativo? / L’educazione estetica / Per un’estetica dei costumi

3. Disgusto e rappresentazione
L’insuperabilità del disgusto: una fenomenologia / L’irrappresentabilità del disgusto: Economimesis / L’educabilità del disgusto: un sentimento moralmente ottuso? / La moralità del disgusto: uno schema incorporato / Per un’estetica non normativa

Bibliografia
Indice dei nomi

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna