Carocci editore - Dimensioni della letteratura italiana

Password dimenticata?

Registrazione

Dimensioni della letteratura italiana

Raffaele Morabito

Dimensioni della letteratura italiana

Le forme, gli strumenti, le istituzioni

Edizione: 2016

Ristampa: 2^, 2017

Collana: Aula Magna (13)

ISBN: 9788843083152

  • Pagine: 272
  • Prezzo:13,00 11,05
  • Acquista

In breve

All’interno dell’universo dei discorsi scritti, l’insieme di testi che da un paio di secoli a questa parte siamo abituati a chiamare “letteratura” ha assunto una fisionomia particolare. La scrittura letteraria s’avvale di strumenti espressivi che le sono propri (ad esempio le forme metriche), o che sono comuni agli altri tipi di discorso ma in letteratura assumono un rilievo più forte (come le figure retoriche). Si delinea così una dimensione specifica della letteratura, che si organizza avvalendosi di certe “istituzioni”, interne al discorso letterario in senso stretto ? i generi, la critica, la filologia ? ma anche esterne, riguardanti gli aspetti della vita sociale che producono e regolano la circolazione dei testi. Il libro offre una descrizione di tutti questi fenomeni, osservati nell’ambito della tradizione italiana, e intende fornire uno strumento di base per l’approccio allo studio storico e critico della nostra letteratura.

Indice

Premessa
1. L’oggetto letteratura
Oggetto dello studio/ L’interesse per i fatti letterari/La “media civiltà letteraria"/Le istituzioni della letteratura: istituzioni “esterne" e istituzioni “interne"/La superficie verbale dei testi letterari (un esempio: L’infinito di Leopardi)/Le varianti d’autore
2. Il verso e la rima
Poesia e prosa/Il verso e la rima (un esempio: A se stesso di Leopardi)/I vari tipi di rime e lo schema metrico/La diversa qualità delle rime/ L’assonanza/La rima siciliana/Il verso e la prosa/Il computo sillabico/I versi italiani/Emistichi e cesura/ Le strofe
3. Le forme metriche
La canzone/L’ode/Il sonetto/ La ballata/Il madrigale/L’ottava/La terzina/Gli endecasillabi sciolti/Il verso libero
4. L’intertestualità
La circolazione intertestuale/Il concetto di intertestualità/Un esempio di intertestualità nella prosa/L’intertestualità e i materiali narrativi/Intertestualità e rapporti indiretti fra i testi/ Intertestualità e significato (Boccaccio e il Novellino)/ Intertestualità e interdiscorsività/Intertestualità e originalità/Intertestualità e tradizione letteraria
5. Linguaggio della poesia e linguaggio della prosa
Il linguaggio della poesia/Il linguaggio della prosa/Confini tra poesia e prosa
6. La retorica
Gli strumenti della retorica/Le figure retoriche/Figure di pensiero/Figure di parola: figure sintattiche/Figure di parola: figure morfologiche/Strutture retoriche della prosa (un esempio dal Principe di Machiavelli)
7. La sintassi e lo stile
Le strutture sintattiche/Connessione delle frasi e coesione del discorso/Lo stile/La questione della lingua e la stabilità della lingua letteraria italiana
8. L’organizzazione della materia
La dispositio e la narratologia/Temi, motivi, funzioni/Modi del racconto/Il concetto di realismo/Il concetto di verità narrativa
9. I generi letterari
Il concetto di genere letterario/I generi poetici medievali e la lirica/I generi medievali in prosa. Le cronache e i romanzi cortesi/La novella/I generi letterari del Quattrocento e il latino/Il poema epico-cavalleresco/La tragedia e il melodramma/La commedia e il dramma borghese/ Il dramma pastorale/I generi letterari e il Romanticismo/Il romanzo/Il racconto breve/La critica e la storiografia letteraria/Generi effimeri e “di frontiera?
10. Il corpus della letteratura e la stampa
Il corpus della letteratura/La storiografia letteraria e il canone della letteratura italiana/Letteratura e stampa tipografica/La stampa, i classici e la lingua volgare/La stampa e la codificazione della lingua letteraria/La presentazione dei testi a stampa: frontespizio e titolo
11. La letteratura italiana e le istituzioni sociali
La corte di Federico II/Le università e le scuole/Gli ordini mendicanti/I comuni/Le corti del basso Medioevo e del Rinascimento/Le biblioteche/Le accademie/Le conversazioni e i salotti/I caffè/Il teatro/I giornali/Il mestiere del letterato/Il pubblico della letteratura
12. La trasmissione dei testi
Trasmissione e corruzione dei testi. L’edizione critica/Edizione da un autografo: l’esempio del Decameron/La trasmissione manoscritta dei testi/L’edizione critica d’un testo a tradizione manoscritta/L’edizione critica dei testi a stampa
Conclusione. Che senso può avere lo studio della letteratura?
Riferimenti bibliografici
Indice analitico.