Carocci editore - La teoria della conoscenza di Francisco Macedo

Password dimenticata?

Registrazione

La teoria della conoscenza di Francisco Macedo

Anna Tropia

La teoria della conoscenza di Francisco Macedo

Un filosofo a confronto con Tommaso e Scoto

Edizione: 2021

Collana: Lingue e Letterature Carocci

ISBN: 9788829003266

  • Pagine: 192
  • Prezzo:20,00 19,00
  • Acquista

In breve

Tommaso e Scoto sono tra i filosofi più rappresentativi del pensiero medievale. Nel solco di una lunga tradizione interpretativa, il teologo francescano Francisco Macedo (Coimbra 1596-Padova 1681) ne confronta i sistemi offrendo al lettore di oggi un quadro delle loro differenze. In che cosa la capacità conoscitiva di un angelo si distingue da quella di un essere umano? Tommaso e Scoto hanno due risposte diverse: portando agli estremi quella di Scoto, Macedo ne celebra la vittoria sullo storico avversario in età moderna, ricongiungendosi alla tradizione filosofica che era fiorita fuori dalle scuole e che porta i nomi di Cartesio, Locke, Leibniz e Malebranche. Prima di questi pensatori, però, sono i gesuiti del XVI secolo a fornire a Macedo il terreno e gli strumenti per elaborare la sua lettura di Scoto. L’autrice propone un esame degli scritti dei due autori a partire da Macedo, seguendone il metodo espositivo e rintracciando le origini della sua interpretazione di Scoto. Accompagnato da un’antologia di testi in traduzione, questo libro offre un’analisi puntuale della teoria della conoscenza scotista e dei suoi esiti.

Indice

Citazioni e abbreviazioni
Premessa. Perché leggere le Collationes di Macedo?
Appendice. Al Lettore curioso
Introduzione

1. La teoria della conoscenza umana nelle Collationes
Da Tommaso a Macedo: il quadro generale/Il primo oggetto dell’intelletto umano/La soluzione di Scoto secondo Macedo/L’inconsistenza di Tommaso nella Summa theologiae/Qual è lo Scoto letto da Macedo?
Appendice 1.1. L’oggetto adeguato dell’intelletto umano
Appendice 1.2. Tommaso e Scoto a confronto. Tre secoli di discussione
2. Le specie intellegibili: angeli e uomini
La stessa intellectualitas/Tommaso e la diversa intellettualità dell’uomo e dell’angelo/Specie diversa, ma stessa intellettualità/Tommaso ha torto, Scoto ha ragione/Qualche osservazione/L’intelletto agente e le sue funzioni/L’intelletto agente: capacità attiva e perfezione/Se, in che modo e in che misura l’angelo possiede specie intellegibili innate/Attenuatio e spiritualizatio: l’atto di una sola mente/La mente perfetta/Appendice. Testi in traduzione
3. Sulle orme di Scoto: fonti e contesti diversi
Sulle orme di Scoto: Suárez/“Come negli angeli”: perché conosciamo i singolari/Quali singolari? Suárez e Scoto/Recensioni e valutazioni/Un predecessore di Suárez: Juan Maldonado/L’intelletto unico e attivo/Appendice 3.1. Testi in traduzione/Appendice 3.2. McCaghwell e Suárez a confronto
4. Psicologia o metafisica? Qualche osservazione conclusiva
Bibliografia
Indice dei nomi