Carocci editore - La storia delle istituzioni

Password dimenticata?

Registrazione

La storia delle istituzioni

Guido Melis

La storia delle istituzioni

Una chiave di lettura

Edizione: 2020

Collana: Studi Storici Carocci (329)

ISBN: 9788829000135

  • Pagine: 196
  • Prezzo:19,00 18,05
  • Acquista

In breve

Viaggio insolito (e anche molto personale) nella storia delle istituzioni: origini, metodi di lavoro, definizione del campo, percorsi, “contagi”, contributi fondamentali, risultati. Non tanto le articolazioni universitarie (le cattedre negli atenei) quanto gli studi, i dibattiti, le bibliografie. Maestri italiani e stranieri, “scuole” e gruppi di lavoro, riviste, editori, congressi, indirizzi di ricerca, polemiche; soprattutto benefici “contagi” con discipline più o meno affini. Alla fine la storia delle istituzioni appare un filone di ricerca insieme laborioso e spregiudicato, capace di imboccare strade talvolta inesplorate. La sua “identità” è stata – fortunatamente, qui si ritiene – più “debole”, la sua composizione interna più varia e “meticcia”, la sua strategia degli studi più favorevole agli incroci e alle contaminazioni rispetto ad altre discipline. Debolezza, dunque, ma anche forza della storia delle istituzioni è stato saper varcare i confini tradizionali tra i campi di studio, rifiutare i paradigmi rigidi, innovare di volta in volta contenuti e metodo d’approccio. Doti preziose nei tempi attuali, quando, mutando velocemente la realtà, contano la flessibilità, la prontezza o meno con cui si reagisce al cambiamento, la rapidità con la quale si adattano i propri criteri per interpretare il mondo.

Indice

Introduzione. D’Artagnan va in archivio
1. Come nacque e si sviluppò in Italia la storia delle istituzioni (politiche)
2. Un apprendista e tre maestri molto particolari
3. Nell’officina della ricerca
4. Fine e inizio secolo: la svolta positiva
5. Influenze straniere. Le gite a Chiasso della storia delle istituzioni
6. L’incontro decisivo con gli archivisti
7. Dove va la storia delle istituzioni?
8. Conclusione molto provvisoria
Per approfondire
Indice dei nomi